Cosa Sarà – Small Valley Talk

Media, Memoria, Sport, Intelligenza Artificiale. Sono le quattro parole chiave che abbiamo scelto per gli Small Valley Talk della prima edizione del Festival. Quattro parole che utilizziamo comunemente ogni giorno; e che diventano protagoniste di una riflessione sul futuro del loro ambito di riferimento. Nei quattro confronti dedicati, ogni parola chiave verrà introdotta da un video clip e affrontata da due prestigiosi protagonisti della nostra quotidianità che, grazie alle domande scandite da un altrettanto prestigioso conduttore, ci aiuteranno a capire qualcosa in più del mondo che ci circonda. E sul futuro – prossimo – che è già tra noi.

SPORT

   19 ottobre 2018 | 21:00 – 22:30
  Teatro Volta, Piazzale Salvo D’Acquisto 1, Pavia

Cosa Sarà dello sport? Il VAR toglie spettacolo o lo rende più equilibrato?

Le innovazioni tecnologiche trasformano anche lo sport: quali sono i vantaggi e quali gli svantaggi? La Serie A 2017/18 passerà alla storia del calcio italiano come il primo campionato in cui gli arbitri sono stati affiancati dal VAR, tecnologia che riduce sensibilmente il fattore errore umano: ma lo spettacolo ne guadagna? Perché alcuni sport sono più o meno restii all’innovazione? Atleti sempre più simili a macchine perfette, tecnologie di ripresa sempre più performanti: resteranno solo gli schermi a documentare le loro imprese o verrà mantenuto il fascino e il piacere dell’evento live?

OSPITE

Filippo Grassia

Giornalista

Voce e volto del giornalismo sportivo italiano, lavora da vent’anni per Radio Rai1 curando  fra l’altro la popolare rubrica “La moviola? Guardiamola alla radio”. Esperto di economia e politica dello sport, è opinionista de Il Giornale, oltre che firma di altre testate. Nella prima parte della carriera è stato al Guerin Sportivo di Cucci, al Giornale di Montanelli e al Corriere dello Sport di Tosatti. Poi ha diretto le pagine sportive de La Stampa, dove ha assunto Gramellini e Maltese, il Guerin Sportivo, Canale 10 e Calcio 2000. Ha collaborato con Rai3, TMC, Telepiù, Sky e TSI. Notevole l’impegno sociale. Dall’ottobre 2012 al marzo 2013 ha assunto l’incarico di Assessore allo Sport e ai Giovani di Regione Lombardia. E’ stato presidente del Gruppo Lombardo Giornalisti Sportivi, dell’Unione Stampa Sportiva Italiana e del Coni Milano. Sul piano didattico è docente a contratto in varie Università.  Inoltre ha firmato libri e pubblicazioni per Mondadori e Sperling & Kupfer.

OSPITE

Paolo Casarin

Ex arbitro

Perito chimico, funzionario della SNAM, poi promotore finanziario, tra lavoro e attività arbitrale ha soggiornato in oltre 100 paesi. Esordì come arbitro in serie A il 23 maggio 1971 (Bologna-Torino, 1-0) e fu nominato internazionale nel 1978-79. A carriera conclusa, nel 1988, un’apposita amnistia gli consentì di diventare designatore delle serie A e B, nonostante avesse superato l’anno di squalifica per esternazioni contro il sistema arbitrale nel 1981 e 1983; tenne l’incarico sino al 1996-97, modernizzando i criteri di allenamento e di istruzione. È stato componente della commissione FIFA dal 1992, del Comitato designazioni ai Mondiali del 1994 negli Stati Uniti e del Centro di allenamento arbitri di Dallas. Dopo aver lavorato al Settore giovanile della FIGC, è passato al Parma, addetto ai rapporti internazionali.

Fonte: Enciclopedia Treccani Online

MODERATORE

Andrea Soldani

Autore e regista – Head of Digital Branding & Communication di FacilityLive

Andrea Soldani è responsabile del Digital Branding e della Comunicazione di FacilityLive. In carriera è stato autore e regista di numerosi progetti media su diversi canali (TV, radio, cinema, teatro, web, stampa, eventi live ecc.) sperimentando formati innovativi. Ha collaborato con importanti aziende come RAI, Mediaset, SKY, La7, La Repubblica, Blog TV. Ha progettato e realizzato il primo esempio di piattaforma politica crossmediale chiamata “YOUDEM” (web / tv). È stato autore e regista di un video sulle opere d’arte più importanti di Keith Haring.

CONTRIBUTO VIDEO DI

Andrea Vianello

Giornalista

Giornalista e conduttore televisivo e radiofonico italiano (n. Roma 1961). Dopo la laurea in Lettere conseguita nel 1986 e aver collaborato con vari quotidiani e riviste, nel 1990 ha vinto un concorso per giornalisti ed è entrato in Rai. Ha esordito alla radio come cronista prima sul GR1 e poi al Giornale Radio Unificato per arrivare alla conduzione del programma di approfondimento Radio anch’io. Nel 1993 vince l’Oscar della Radio per un’inchiesta sul dopo terremoto in Irpinia e successivamente il premio di Sant Vincent di giornalismo, sezione radiofonia.  Il suo debutto in televisione risale al 1999 con la conduzione di Tele anch’io su Rai2. È passato poi a Rai3 sulla quale ha condotto: Enigma(2001-04), Mi manda RaiTre (2004-10), Agorà (2010-13). È del 2008 la pubblicazione del suo libro: Assurdo Italia. Storie incredibili ma vere di un paese paradossale. Nel 2012 è stato nominato direttore di Rai3, incarico assunto dal primo gennaio dell’anno successivo e cessato nel 2016.

Fonte: Enciclopedia Treccani Online